Cinigeo Cinigeo
Universitą afferenti
       Home        Consorzio        Attivitą        Pubblicazioni        Bandi        Contatti       
Universitą La Sapienza Roma
Università di Bologna
Universitą di Cagliari
Universitą di Trieste
 
 
Fatturazione Elettronica
Area utenti
 
 
BANDO DI SELEZIONE PDF Stampa E-mail
BANDO DI SELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI N.  1 ASSEGNO PER LA COLLABORAZIONE AD ATTIVITA' DI RICERCA
 
CONSORZIO INTERUNIVERSITARIO NAZIONALE PER L’INGEGNERIA DELLE GEORISORSE

IL DIRETTORE

VISTA    la Legge 9.5.1989, n. 168;
VISTA    la Legge 15.  5.1997, n. 127;
VISTO    il D.P.R. 20.10.1998, n. 403;
VISTA    la Legge 16.6.1998, n. 191;
VISTA    la Legge 27.12.1997, n. 449 e, in particolare, l'art. 51, comma 6;
VISTO    il D.M. 11.2.1998, assegni per la collaborazione ad attività di ricerca;
VISTA    la nota Ministeriale n. 523 del 12.3.1998;
VISTA    la nota Ministeriale n. 911 del 24.4.1998;
VISTA    la delibera del Senato Accademico dell’Università di Roma “La Sapienza” del 30.10.1998 con la quale è stato approvato il Regolamento d'Ateneo per il conferimento di assegni di ricerca di cui all'art. 51, comma 6, della Legge n. 449/97;
VISTA    la delibera del Senato Accademico dell’Università di Roma “La Sapienza” del 6.07.2000 con la quale si stabiliscono le procedure per il conferimento degli assegni di ricerca;
VISTO    la delibera del Consiglio Direttivo del 18/09/2008 con la quale è stato approvato il progetto di ricerca MAC-GEO;
VISTO    Il finanziamento regionale a valere sul fondo per le aree sottoutilizzate, accordo di programma quadro “ricerca e trasferimento tecnologico per il sistema produttivo” terzo accordo integrativo, progetto MAC-GEO.

DISPONE

Art. 1
Numero degli assegni


E' indetta una procedura selettiva pubblica, per titoli e colloquio, per l'attribuzione di n. 1 assegno di ricerca presso il Dipartimento DICMA di Bologna afferente al  Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Ingegneria delle Georisorse per sviluppare studi e ricerche sul seguente tema :

Titolo della Ricerca
: “Simulazione di flussi di massa e di calore per lo sfruttamento ottimale dei bacini geotermici di Larderello e Monte Amiata mediante l’utilizzazione di implementazioni dedicate di iTOGH2 e dei corrispondenti tools di pre e post processing”

Argomenti del Colloquio:

  1. modelli matematici di bacini geotermici e loro impiego per simulazioni numeriche
  2. codice iTOGH2 sia per simulazioni forward che inverse
  3. modelli geologici dei bacini geotermici della Toscana

   
Laurea Richiesta: Laurea in Scienze Geologiche (V.O. o Specialistica) o Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio (V.O. o Specialistica), conseguita da non oltre 4 anni.
Responsabile Scientifico: Prof. Ing. Paolo Berry

Art. 2
Durata, rinnovo ed importo dell’assegno


L’ assegno avrà la durata di 12 mesi e potrà essere rinnovato con lo stesso soggetto secondo quanto disposto dall'art. 51, comma 6 della legge 449/97.
L'importo dell’assegno per la ricerca è fissato nella somma di Euro 16.138,00 annua lorda comprensiva di tutti gli oneri a carico del percepente.
L’assegno sarà erogato al beneficiario in rate mensili.
All’assegno si applicano, in materia fiscale, le disposizioni di cui all'art. 4 della legge n. 476/1984 e successive modificazioni ed integrazioni, nonché quelle di cui all'art. 2 commi 26 e seguenti della legge 335/1995 e successive modificazioni ed integrazioni. Il beneficiario provvederà alla stipula di una polizza assicurativa per infortuni e responsabilità civile verso terzi, consegnandone copia al C.I.N.I.Geo.


Art. 3
Requisiti generali di ammissione


Possono partecipare alla selezione pubblica indetta per il conferimento dell’assegno di cui all'art. 1 i laureati in possesso di curriculum scientifico-professionale idoneo per lo svolgimento di attività di ricerca, con esclusione del personale di ruolo presso le Università, gli Osservatori astronomici, astrofici e Vesuviano, gli enti pubblici e le istituzioni di ricerca di cui all'art. 8 del D.P.C.M. 30.12.1993, n. 593, e successive modificazioni ed integrazioni, l'ENEA e l'ASI.
I cittadini stranieri dovranno essere in possesso di un titolo di studio riconosciuto equipollente a quelli di cui al precedente comma in base agli accordi internazionali, ovvero con le modalità di cui all'art. 332 del Testo Unico 31.8.1993, n. 1592. Tale equipollenza dovrà risultare da idonea certificazione rilasciata dalle competenti autorità.
I requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione della domanda di ammissione.

Art. 4
Domanda e termine di presentazione


La domanda di partecipazione alla selezione, redatta in carta semplice, in conformità all'allegato A e firmata dall'interessato, deve essere inviata al Direttore del Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Ingegneria delle Georisorse, Via di Monte Giordano 13, 00186 Roma, a mezzo raccomandata A.R. entro il termine perentorio del 19 novembre 2009.
La data di spedizione della domanda è stabilita e comprovata dal timbro dell'Ufficio postale accettante.
L'Amministrazione non assume alcuna responsabilità in caso di irreperibilità del destinatario e per dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte del candidato o da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento dell'indirizzo indicato nella domanda, per eventuali disguidi postali e telegrafici non imputabili a colpa dell'amministrazione stessa, né per mancata restituzione dell'avviso di ricevimento della domanda, dei documenti o delle comunicazioni relative al concorso.
Nella domanda i concorrenti dovranno dichiarare, sotto la propria responsabilità, pena l'esclusione dalla procedura selettiva:
a.    nome e cognome;
b.    data e luogo di nascita;
c.    cittadinanza posseduta;
d.    laurea posseduta con indicazione della votazione riportata nonché la data e l'università presso la quale è stata conseguita;
e.    (eventuale) diploma di dottore di ricerca posseduto nonché la data e l'università presso la quale è stato conseguito;
f.    equipollenza dei titoli, qualora conseguiti all'estero;
g.    di non essere titolare di altre borse di studio conferite a qualsiasi titolo o di impegnarsi a rinunciarvi in caso di superamento della presente procedura selettiva;
h.    la posizione nei riguardi degli obblighi militari;
i.    di non avere riportato condanne penali e di non avere provvedimenti penali in corso; in caso contrario va indicata la condanna riportata nonché la data della sentenza dell'Autorità giudiziaria che l'ha emessa;
j.    il domicilio eletto ai fini della selezione, specificando il codice di avviamento postale e, se possibile, il numero telefonico.
I candidati portatori di handicap, ai sensi della Legge 5.2.1992, n. 104, dovranno fare esplicita richiesta in relazione al proprio handicap, riguardo l'ausilio necessario per poter sostenere il colloquio.

Art. 5
Divieti di cumulo, incompatibilità, aspettative ed interruzioni


L'assegno non può essere cumulato con altre borse di studio con finalità analoghe, tranne che con quelle concesse da istituzioni nazionali o straniere utili ad integrare, con soggiorni all'estero, l'attività di ricerca dei titolari degli assegni.
L'assegno è individuale. I titolari di assegno possono svolgere attività di lavoro autonomo, previa comunicazione scritta alla struttura di appartenenza ed a condizione che tale attività sia dichiarata dalla struttura stessa compatibile con  l'esercizio dell'attività di ricerca; non comporti conflitto di interessi con la specifica attività di ricerca svolta dal titolare dell'assegno.
I dipendenti di pubbliche amministrazioni possono beneficiare di assegni di ricerca qualora si collochino in aspettativa senza assegni per il periodo di durata del contratto.
L'attività di ricerca e l'assegno possono essere sospesi per servizio militare,  gravidanza e malattia, fermo restando che l'intera durata dell'assegno non può essere ridotta a causa delle suddette sospensioni. Non costituisce sospensione e, conseguentemente, non va recuperato un periodo complessivo di assenza giustificata non superiore a trenta giorni in un anno.

Art. 6
Titoli e curriculum professionale


Ad ogni domanda dovranno essere allegati, anche in fotocopia, i sottoelencati titoli:
a.    certificato di laurea con voto e con l'indicazione delle votazioni riportate nei singoli esami di profitto;
b.    titolo di dottore di ricerca, se posseduto;
c.    documenti e titoli che si ritengono utili ai fini del concorso (diplomi di specializzazione, attestati di frequenza a corsi di perfezionamento post-laurea, conseguiti in Italia o all'estero, borse di studio o incarichi di ricerca conseguiti sia in Italia che all'estero);
d.    curriculum della propria attività scientifica e professionale;
e.    pubblicazioni scientifiche.
E' facoltà dell'interessato allegare alla domanda, in luogo dei sopraelencati titoli, una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà (ai sensi dell'art. 1 comma 1, punto a) del regolamento di attuazione della Legge 15/5/1997 n. 127.
Con riferimento alle pubblicazioni, che si ritengono utili al fine della presente procedura selettiva, i candidati dovranno altresì allegare apposita dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà in cui se ne attesti la conformità all'originale ( ai sensi del regolamento per l'attuazione della Legge 15/5/1997 n. 127 art. 2, comma 2).
I titoli redatti in lingua straniera devono essere corredati dalla traduzione in lingua italiana che deve essere certificata conforme al testo dalle competenti Autorità. Non è richiesta la traduzione delle pubblicazioni e dei titoli redatti in lingua inglese e francese
I cittadini stranieri residenti in Italia possono avvalersi delle autocertificazioni di cui sopra, limitatamente ai casi in cui si tratti di comprovare stati, fatti e qualità personali certificabili o attestabili da parte di soggetti pubblici o privati italiani (art. 5 DPR 403/98).
I cittadini stranieri non residenti in Italia non possono avvalersi in alcun modo dell'istituto dell'autocertificazione (ex argomenta art. 5 DPR 403/98).
Non saranno prese in considerazione le domande che non contengano, in tutto o in parte, le dichiarazioni sopra indicate ed alle quali non sia allegata la prescritta documentazione, nonché le domande prive di sottoscrizione. L'Amministrazione potrà adottare in qualsiasi momento provvedimento di esclusione nei casi di carenza dei requisiti richiesti.
I candidati dovranno provvedere, a loro spese, entro 3 mesi dall'espletamento del concorso al recupero dei titoli e delle eventuali pubblicazioni inviate; trascorso tale periodo il Consorzio non si riterrà responsabile in alcun modo per dette pubblicazioni e titoli.

Art. 7
Selezione


La selezione è per titoli e colloquio per un punteggio complessivo massimo di 100/100 così ripartito:
a)  60 (sessanta) punti per i titoli così ripartiti:
-    10 (dieci) punti per il dottorato di ricerca;
-    fino a 5 (cinque) punti per il voto di laurea;
-    fino a 25 (venticinque) punti per le pubblicazioni;
-    fino a 10 (dieci) punti per diplomi di specializzazione e attestati di frequenza ai corsi di perfezionamento post-laurea;
-    fino a 10 (dieci) punti per altri titoli collegati all'attività svolta quale titolari di contratti, borse di studio e incarichi in Enti di Ricerca Nazionali o Internazionali. Devono essere debitamente attestate la decorrenza e la durata dell'attività stessa.

b) 40 (quaranta) punti per il colloquio.

Gli assegni sono conferiti, entro il numero di quelli messi a concorso, ai candidati che abbiano riportato la votazione minima complessiva (titoli e colloquio) di 7/10 (sette decimi).
I risultati della valutazione dei titoli, devono essere resi noti agli interessati prima dell'effettuazione del colloquio, mediante affissione presso il Consorzio.
Il giudizio della commissione è insindacabile in merito.

Art. 8
Colloquio


La prova d'esame consisterà in un colloquio che verterà sul programma d'esame indicato all'art. 1 del presente Bando.
Nel corso del colloquio la Commissione esaminatrice verificherà la capacità del candidato di trattare gli argomenti oggetto della prova d'esame.
L'avviso di convocazione per il colloquio sarà reso noto ai singoli candidati a mezzo raccomandata A.R., almeno 7 giorni prima dello svolgimento dello stesso.
Per sostenere il colloquio i candidati dovranno essere muniti di un documento di riconoscimento valido. Il colloquio si svolgerà in un'aula aperta al pubblico. Al termine di ogni seduta la Commissione giudicatrice renderà pubblici i risultati ottenuti dai singoli candidati.

Art. 9
Commissione giudicatrice


Sentiti i componenti del Consiglio Direttivo del Consorzio, sarà nominata la Commissione esaminatrice, costituita da tre componenti: un Professore ordinario con funzioni di Presidente e due docenti tra i quali al più un Ricercatore confermato. Uno di essi avrà anche funzioni di Segretario verbalizzante.
Al termine dei propri lavori la Commissione redigerà apposito verbale contenente i criteri di valutazione, i giudizi individuali, il punteggio complessivo attribuito a ciascun candidato e la graduatoria di merito.

Art. 10
Formazione della graduatoria di merito


La graduatoria di merito dei candidati è formata secondo l'ordine decrescente della votazione complessiva riportata da ciascun candidato. La votazione complessiva è data dalla somma del voto conseguito nella valutazione dei titoli e del voto conseguito nel colloquio. La graduatoria di merito verrà utilizzata in caso di rinuncia dell' assegnatario o di risoluzione per mancata accettazione dell'assegno; l' assegno, in tal caso, verrà conferito al candidato che risulterà idoneo nel rispetto dell'ordine della graduatoria stessa.
A parità di punteggio sarà data precedenza ai candidati di genere femminile.

Art. 11
Conferimento dell'assegno di ricerca


L'assegno è conferito mediante contratto di diritto privato. Tale contratto non configura in alcun  modo un rapporto di lavoro subordinato e  non dà luogo a diritti in ordine all'accesso ai ruoli del personale del Consorzio.
Il vincitore dovrà produrre entro 30 giorni dal conferimento dell'assegno, pena la decadenza del diritto allo stesso:
-    certificato rilasciato da un medico dell'Azienda sanitaria locale ovvero dall'Ufficiale sanitario del Comune di residenza o da un medico militare dal quale risulti che il soggetto è fisicamente idoneo al servizio incondizionato e continuativo nell'impiego al quale concorre, con la precisazione che è stato eseguito l'accertamento sierologico ai sensi dell'art. 7 della Legge 27.7.1956, n. 837; qualora il candidato sia affetto da qualche imperfezione fisica il certificato deve farne menzione con la dichiarazione che essa non è tale da menomare l'attitudine dell'aspirante all'impiego e al normale e regolare rendimento di lavoro;
-    dichiarazione in carta libera ai sensi degli artt. 2 e 4  della Legge 4.1.1968, n. 15 e dell'art. 1 del D.P.R. 20.10.1998, n. 403, dalla quale risulti:
    a)    data e luogo di nascita;
    b)    cittadinanza;
    c)    godimento dei diritti politici;
    d)    posizione nei confronti degli obblighi militari e l'inesistenza di condanne penali e di procedimenti penali in corso.
La dichiarazione relativa ai punti b) e c) deve riportare l'indicazione del possesso del requisito anche alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande.
E' fatta salva per l'Amministrazione la facoltà di verificare la veridicità e l'autenticità delle attestazioni prodotte; in caso di falsa dichiarazione sono applicabili le disposizioni previste dall'art. 26 della Legge 4.1.1968, n. 15 e degli artt. 483,485 e 486 del Codice Penale.
Il vincitore sarà tenuto a rilasciare una dichiarazione sostitutiva di notorietà circa l'autenticità dei titoli presentati. In mancanza di rilascio di detta dichiarazione sostitutiva di notorietà sarà tenuto a presentare i titoli valutati in originale, o, in subordine, a regolarizzarli in bollo, ai sensi della Legge 23.8.1998, n. 370.

Art. 12
Pubblicità della procedura selettiva


Il bando relativo alla presente procedura selettiva verrà pubblicato mediante affissione presso il Consorzio, nonché attraverso il sistema informatico del Consorzio;
indirizzo Internet del Consorzio: www.cinigeo.it
Il presente bando di selezione sarà acquisito alla raccolta nell'apposito registro.
Roma, 12 novembre 2009

                  IL DIRETTORE        
               Prof. Paolo Massacci     

 

ALLEGATO A

SCHEMA ESEMPLIFICATIVO DELLA DOMANDA DA REDIGERSI SU CARTA LIBERA

Pros. >

 

 

 
Disponibili al download
Tutte le lezioni del Corso di formazione in tecnologie e metodi avanzati nel recupero e nel riciclo dei materiali (corso terminato)
Leggi tutto...
CINIGeo - Corso Vittorio Emanuele II, 244 - 00186 ROMA - Tel. +39 06 68192067 - P.IVA 04127981001 - ISO 9001:2008 N.31055/14/S